Le 7 migliori serie tv e film che trattano il D.O.C. (disturbo ossessivo compulsivo)

1. DETECTIVE MONK

Adrian Monk è un detective del dipartimento di polizia di San Francisco. In seguito all’omicidio di sua moglie, ha vissuto per tre anni e mezzo in isolamento prima di tornare alla sua professione grazie all’infermiera Sharona Fleming, ma l’esperienza gli ha lasciato una profonda angoscia che si manifesta in molte fobie. Queste ossessioni, comunque, lo aiutano a risolvere molti casi. Quando non collabora con la polizia, cerca di ottenere informazioni sulla morte di sua moglie. Nel corso della serie, ha due assistenti (Sharona e, in seguito, Natalie Teeger). Ha anche un fratello e alla fine della serie scoprirà di avere anche una figliastra, figlia della moglie defunta.

2. THE OCD PROJECT

The OCD Project è una serie televisiva  americana che ha debuttato il 27 maggio 2010. La serie segue il Dr. David Tolin e il suo trattamento basato sull’esposizione di sei pazienti che vivono insieme in una villa della California meridionale.  Il trattamento, chiamato prevenzione dell’esposizione e della risposta, può sembrare non ortodosso, ma è basato sulle prove per l’OCD.

 

 

3. OBSESSED (documentario)

Obsessed è una serie tv americana andata in onda su A & E il 29 maggio 2009. La serie descrive la lotta nella vita reale e il trattamento di persone con disturbi d’ansia, tra cui disturbo ossessivo-compulsivo, disturbo di panico, disturbo d’ansia sociale e ansia generale.

Robert Sharenow, conduttore di di A & E parla del documentario come “La serie che apre una luce sul vasto mondo dei disturbi d’ansia, offrendo a coloro che soffrono di queste afflizioni debilitanti un percorso per il recupero”

4. OBSESSIVE COMPULSIVE CLEANERS

Obsessive Compulsive Cleaners è una serie televisiva di Channel 4 sulle persone con disturbo ossessivo-compulsivo, narrata da John Thomson.

Parla nel dettaglio del DOC tanto da far sconvolgere la maggior parte delle persone per il modo in cui si ritrae la patologia.

 

 

 

5. THE AVIATOR

The Aviator è un film del 2004 diretto da Martin Scorsese, dedicato alla vita di Howard Hughes, imprenditore, regista, aviatore e produttore cinematografico statunitense, che riuscì a creare un proprio impero ad Hollywood ed a realizzare azzardatissimi progetti aeronautici, investendo nell’impresa i capitali che gli lasciò il padre dopo la sua morte.

Il film, prodotto da Michael Mann, Sandy Climan, Graham King, e Charles Evans, Jr., ripercorre la vita di Hughes dalla fine degli anni venti fino al 1947, anni durante i quali egli divenne produttore cinematografico di successo e magnate dell’aviazione, ma insieme a tutto questo cresce in lui un grave disturbo ossessivo-compulsivo aggravato da alcuni incidenti aerei.

 

6. QUALCOSA E’ CAMBIATO

Melvin Udall è un affermato scrittore di romanzi rosa che vive a New York; soffre di disturbo ossessivo-compulsivo, offende e umilia costantemente gli altri a causa del suo pessimo carattere, è un misantropo razzista e non ama molto neri, gay, ebrei, vecchiette e cani. Simon, il suo vicino di casa gay, è un pittore che subisce un’aggressione in casa. Per pagare l’assistenza sanitaria dilapida tutto il suo patrimonio e, durante la convalescenza, è costretto ad affidare il suo amato cagnolino Verdell a Melvin. Carol è una ragazza single, madre di un bambino debolissimo di salute, che fa la cameriera in un locale dove Melvin va a mangiare ogni giorno portandosi dietro posate di plastica per paura dei germi.

Un giorno Carol è costretta a rinunciare al lavoro per assistere suo figlio in malattia, ma questo fatto stravolge le abitudini di Melvin. Per risolvere il problema, lo scrittore invia a casa di Carol il suo medico personale con l’ordine di non badare a spese e fare tutto il possibile per far guarire il bambino in modo che Carol possa tornare a servirgli il pranzo e a sopportare le sue cattiverie. Intanto Simon, ridotto sul lastrico, cade in uno stato depressivo che gli impedisce persino di dipingere. Melvin diventa una presenza ricorrente nella sua vita, essendosi affezionato al cagnolino Verdell, che era stato obbligato a tenere mentre Simon era in ospedale. I due alternano scontri e momenti di confidenza.

Simon, convinto dall’amico gallerista Frank ad andare dai suoi genitori a Baltimora, per chiedere loro il denaro che gli occorre, si ritrova ad avere per compagni di viaggio Melvin e Carol. Melvin si prepara meticolosamente ad affascinare Carol approfittando del viaggio, ma non riesce a vincere la sua radicata ritrosia a lasciarsi andare, diventando perfino geloso dell’amicizia tra Carol e Simon.

Al rientro a New York, Carol dice chiaro e tondo che non vuole più dover sopportare Melvin. Ma Simon, che è riuscito a ritrovare l’ispirazione proprio grazie a Carol, sprona l’amico a reagire. Melvin si rende conto di come la presenza di Carol lo stia aiutando a vincere le sue ossessioni e riesce finalmente a confessare a Carol il suo amore per lei.

7. DIRTY FILTHY LOVE

Dirty Filthy Love è un dramma televisivo unico britannicointerpretato da Michael Sheen come architetto che vive con disturbo ossessivo-compulsivo e sindrome di Tourette .

Diretto da Adrian Shergold, il film è stato trasmesso per la prima volta da ITV il 26 settembre 2004. È stato scritto da Jeff Pope e Ian Puleston-Davies , che soffre egli stesso di disturbi ossessivo-compulsivi. Oltre a Michael Sheen, il cast presenta Shirley Henderson , Anastasia Griffith , Adrian Bower e Claudie Blakley .

La performance di Sheen è stata riconosciuta con una nomination al Miglior Attore ai British Academy Television Awards del 2005 e sia lui che Henderson sono stati nominati per i Royal Television Society Awards del 2005 . Dirty Filthy Love ha vinto la categoria Best Single Drama agli RTS Awards. È stato distribuito in DVD negli Stati Uniti nel 2005 da Hart Sharp Video in collaborazione con The Sundance Channel .

 

Share This

About the author